5 DIFFERENZE TRA BJJ E SUBMISSION WRESTLING

"Submission Wrestling" e "Submission grappling" sono nomi spesso usati in alternativa per BJJ NoGI.

Il Submission Wrestling tende a includere tecniche di altre discipline di grappling come il sambo e il catch wrestling.

Il primo, e più prestigioso, campionato di submission wrestling al mondo è l’ADCC (Abu Dhabi Combat Club). 

L'ADCC è stato creato per fornire una competizione per professionisti di diverse discipline di Grappling. Sebbene gli atleti di BJJ abbiano dominato, ci sono esempi notevoli di praticanti non BJJ che hanno avuto molto successo nel torneo. Tra questi ci sono atleti come Mark Kerr, la "macchina distruttrice", e il wrestler russo Rustam Chsiev.

Si può dire


che il NoGI BJJ è un sottoinsieme del Submission Wrestling. Molte persone usano il termine in modo intercambiabile. Nonostante ciò, il BJJ è tradizionalmente praticato nel gi.

Nell'articolo di oggi, esamineremo le principali differenze tra BJJ e Submission.

Distinguiremo le differenze su due categorie: tecniche e regole.


1) BJJ E SUBMISSION WRESTLING DIFFERENZE TECNICHE: LE LEVE ALLE GAMBE.

In Submission grappling l’Heel Hook regna sovrano. Poiché questo è totalmente vietato nella maggior parte dei tornei gi (ad eccezione di Gracie Worlds), molti praticanti solo gi non hanno le conoscenze necessarie per applicare e difendersi da questa mossa devastante. Allo stesso modo, poiché il knew reaping (Crusada) è vietata nella maggior parte dei tornei di gi, molti praticanti non hanno la necessaria di conoscere le posizioni e le strategie associate alle leve alle gambe.


2) CI SONO PIÙ GHIGLIOTTINE

Mentre nella lotta con il GI il bavero permette tecniche di soffocamento veramente efficaci e molto tecniche, c’è un motivo se la maggior parte degli incontri con il GI finisce con un soffocamento.




3) C’È PIÙ SCRAMBLING E PIÙ FACILI FUGHE

Mantenere posizioni dominanti contro un avversario sudato nel no-gi (soprattutto se ha scelto di andare a torso nudo) è molte volte più difficile che nel gi. Non solo il gi crea l'attrito necessario per un maggiore controllo; il gi stesso può essere utilizzato in tutti i modi creativi per aumentare il controllo. 


4) IL KNEW REAPING È CONSENTITO

Una delle principali critiche ai tornei IBJJF e ai tornei gi sono le regole che vietano il Knew reaping, ossia avvolgere il ginocchio dell’avversario con la propria gamba al fine di applicare un blocco articolare. Nonostante il fatto che la maggior parte delle persone (almeno stando a quello che dicono online) preferirebbe che ai livelli più alti, cintura marrone e nera, si potesse fare knew reaping.

E’ invece permesso in tornei NoGI con regolamene diverso da IBJJF, tipo il già citato ADCC, l’EBI e la Grappling Industries.


5) DI SOLITO NON CI SONO VANTAGGI

Stanno spopolando le competizioni Submission Only, dove non ci sono ne punti ne vantaggi, tutto a favore di una performance sportiva meno influenzata dal regolamento.

Benché riconosca l’importanza assoluta dell’ADCC come torneo ritengo il miglior regolamento quello EBI.


Nei nostri corsi alla Combat Club Milano è data grandissima importanza ai regolamenti, sia di gara che interni, per cui le tecniche vengono insegnati nella loro completezza (e pericolosità) facendo bene attenzione che i praticanti capiscano l'impegno necessario a padroneggiarle e quando possono utilizzarle.

15 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

Via Melegnano Settimo Milanese.  

CombatClubMilano.it è il sito informativo delle attività inerenti gli sport da combattimento in essere presso www.urbanclubmilano.it